Revisioni periodiche autovelox e etilometri

E’ costituzionalmente illegittima la norma del codice della strada che non prevede la sottoposizione a verifiche periodiche di funzionalità e di taratura di tutte le apparecchiature impiegate nell’accertamento delle violazioni dei limiti di velocità. (Corte Costituzionale Sentenza 113/2015).

***

I singoli apparecchi (etilometri) prima della loro immissione in uso e periodicamente, devono essere sottoposti a verifiche e prove secondo norme e procedure stabilite dal Ministero dei trasporti – Direzione generale della motorizzazione civile e dei trasporti in concessione d’intesa con il Ministero della sanità. (D.M. 22/5/1990, n. 196)

Per gli autovelox e gli etilometri è quindi indispensabile – senza alcun dubbio – la verifica periodica di funzionalità.

Dalla progressiva diffusione di queste tipologie di apparecchiature e dal loro massiccio impiego per la prevenzione degli incidenti e la sicurezza stradale discende quindi la necessità di garantire la riferibilità delle misure ai campioni nazionali attraverso tarature effettuate con sistemi di misura in grado di offrire accuratezza, affidabilità e flessibilità d’impiego, operati esclusivamente da laboratori accreditati secondo la normativa vigente e che garantiscano imparzialità, indipendenza, correttezza e competenza.

Ci.Ti.Esse si inserisce  in questo processo di gestione delle apparecchiature da sottoporre a verifica offrendo un servizio preliminare di manutenzione e controllo (incluso il ricorso al costruttore nel caso si rendessero necessarie eventuali riparazioni), indispensabile affinchè gli strumenti (che devono necessariamente essere funzionanti) possano essere sottoposti a taratura, facendosi inoltre carico della raccolta e riconsegna presso gli Enti delle apparecchiature da tarare.